In offerta!

MANUALE DI DIRITTO PENALE P. GEN.

120,00 108,00

di Roberto GAROFOLI
Settembre 2018,
Collana: I Manuali Superiori

Categoria:

Descrizione

Descrizione:

Il diritto penale vive da tempo una stagione di profonde trasformazioni, cui contribuiscono il formante normativo così come quelli dottrinale e giurisprudenziale.

In questo quadro, il Manuale offre una panoramica completa dell’ odierno diritto penale proponendosi quale indispensabile “bussola” tanto per lo studente e l’aspirante magistrato, quanto per il professionista e l’operatore del diritto.

Fedeli a tale impostazione, anche in questa edizione sono state anzitutto ripensate intere parti dell’Opera, sintonizzate sulle novità sopraggiunte nel corso dell’ultimo anno. Sono stati, in particolare, integralmente riscritti i paragrafi dedicati alla c.d. scriminante medica, alla luce della l. 22 dicembre 2017, n. 219, nonché quelli relativi ai seguiti italiani della vicenda Contrada.

Spasmodico, più in generale, l’aggiornamento ai più recenti interventi legislativi, tra i quali merita segnalare: il d.lgs. 1 marzo 2018, n. 21, con l’introduzione della c.d. riserva di codice (art. 3 bis c.p.) e la novellazione del codice penale con svariati nuovi articoli, ad es. gli artt. 61 bis (aggravante c.d. della transnazionalità), 69 bis (divieti di bilanciamento tra circostanze) e 240 bis (c.d. confisca di sproporzione); la l. 11 gennaio 2018, n. 3, con l’aggiunta dell’art. art. 61, n. 11-sexies, c.p. la l. 30 novembre 2017, n. 179, che ha integrato l’art. 6, d.lgs. 231/2001, introducendo la tutela del c.d. whistleblowing; la l. 4 dicembre 2017, n. 172 (di conversione del d.l. 16 ottobre 2017, n. 148), di modifica dell’art. 162 ter c.p.; la l. 17 ottobre 2017, n. 161, che ha profondamente inciso la disciplina in materia di misure di prevenzione e antimafia.

Non meno imponente l’attenzione ai principali orientamenti delle Corti, nazionali e sovranazionali.

Tra le tantissime pronunce di cui si è dato atto, si segnalano, quanto al panorama interno: (a) Corte cost., 10 aprile 2018, n. 115, c.d. Taricco II; Corte cost., 17 luglio 2017, n. 205, in tema di bilanciamento di circostanze ex art. 69 c.p.; Corte cost. 24 gennaio 2018, n. 43, in tema di bis in idem e reati tributari; Corte cost., ord. 21 dicembre 2017, n. 279, in tema di abitualità e particolare tenuità del fatto; Corte cost., 21 febbraio 2018, n. 57, in tema di immunità parlamentare;

(b) Cass. pen., Sez. Un., 22 febbraio 2018, n. 8770, sull’ambito di operatività dell’art. 590 sexies c.p.; Cass. pen., Sez. Un., c.c. 19 luglio 2018, in ordine alla legge applicabile ai reati c.d. ad evento differito; Cass. pen., Sez. Un., 22 giugno 2017, n. 41588, sui rapporti tra detenzione di arma senza licenza e detenzione di arma clandestina; Cass. pen., Sez. Un., c.c. 22 febbraio 2018, su unità o pluralità di reati ex art. 337 c.p.; Cass. pen., Sez. Un., c.c. 21 giugno 2018, in tema di reato continuato e cumulo di pene eterogenee; Cass. pen., Sez. Un., c.c. 19 aprile 2018, sulla applicabilità della confisca di sproporzione al tentativo di estorsione aggravato dal metodo mafioso; Cass. pen., Sez. Un., 4 gennaio 2018, n. 111, sulla attualità della pericolosità degli appartenenti alla associazione mafiosa; Cass. pen., Sez. Un., 28 novembre 2017, n. 53683, sulla inapplicabilità dell’art. 131 bis c.p. ai reati di competenza del giudice di pace;

(c) Cass. pen., sez. V, 15 gennaio 2018, n. 5358, sulla applicabilità della particolare tenuità del fatto al reato continuato; Cass. pen., sez. III, 28 febbraio 2018, n. 9072, sulla inapplicabilità dell’art. 131 bis c.p. agli illeciti amministrativi dell’ente ai sensi del d.lgs. n. 231/2001; Cass. pen., sez. VI, 13 settembre 2017, n. 58087, in tema di provocazione; Cass. pen., sez. VI, 13 settembre 2017, n. 41772, sull’aggravante del metodo mafioso; Cass. pen., sez. V, 20 novembre 2017, n. 52743, sulla responsabilità per concorso in diffamazione del direttore di periodico online; Cass. pen., sez. III, 18 gennaio 2018, n. 1999, sul concorso del professionista nel reato tributario; Cass. pen., sez. II, 18 aprile 2018, n. 17235, su concorso nel reato proprio e autoriciclaggio; Cass. pen., sez. III, 12 gennaio 2018, n. 8421, sui rapporti tra abrogatio legis e confisca.

Tra gli arresti della giurisprudenza sovranazionale di maggior impatto merita evidenziare: Corte Edu, Grande Camera, 28 giugno 2018, in tema di confisca e prescrizione; Corte Giustizia, 5 dicembre 2017, (c.d. “Taricco II”); Corte Giustizia, Grande Sezione, 20 marzo 2018, in materia di bis in idem.

Autori:

Roberto GAROFOLI, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato e Codirettore nella Treccani Giuridica. È attualmente Capo di Gabinetto del Ministero dell’Economia e delle Finanze; già Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Presidente della Commissione per l’elaborazione di misure di contrasto alla criminalità organizzata istituita dal Presidente del Consiglio. È stato Capo Gabinetto del Ministero della Pubblica amministrazione, della semplificazione e delle riforme istituzionali; Coordinatore della Commissione ministeriale per l’elaborazione di misure per la prevenzione e il contrasto della corruzione. Già Capo dell’Ufficio legislativo del Ministero degli Affari esteri, Docente LUISS, Componente della Commissione per la redazione del Codice del Processo Amministrativo, Componente del CNIPA, Magistrato TAR, Magistrato ordinario. È autore di numerose opere monografiche, curatore di Trattati e opere collettanee. Direttore della rivista mensile “Neldiritto”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “MANUALE DI DIRITTO PENALE P. GEN.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.